HOME > Cinquemila reggiani soffrono di epilessia. VIDEO

Cinquemila reggiani soffrono di epilessia. VIDEO

Nell’ambito delle iniziative della giornata internazionale dedicata alla malattia, al Core si è svolto un convegno dedicato al tema della gestione e della cura della patologia. Un’occasione per riflettere sul suo impatto sociale

REGGIO EMILIA – Sono circa 5mila le persone a Reggio e provincia che soffrono di epilessia e 1.800 sono seguite dalla Neurologia dell’ospedale Santa Maria Nuova.

Una malattia che si può manifestare in forme anche molto diverse tra loro, alla base delle quali c’è una alterazione della funzionalità dei neuroni come è stato ricordato nel corso del convegno organizzato al Core. Nonostante l’evoluzione delle tecniche diagnostiche, il 35%-40% delle epilessie non ha una causa definita. “Non dobbiamo avere paura di conoscere le motivazioni che scatenano la patologia, è solo conoscendo le cause che possiamo trovare la terapia mirata” ha detto Romana Rizzi, responsabile del centro epilessia del Santa Maria.

Al termine del convegno è stato consegnato all’ospedale un apparecchio Holter per elettroencefalogrammi, donato dall’Associazione Epilessia Emilia Romagna. Una iniziativa che ha voluto focalizzare l’attenzione anche sull’impatto socialedella malattia, soprattutto per bambini e adolescenti, tra i quali si registra un picco di diffusione. Piccoli pazienti che si trovano a gestire la loro condizione anche a scuola o con gli amici. “A volte non è facile far comprendere che questi bambini hanno bisogno di terapie croniche per evitare le recidive. Facendo conoscere l’epilessia noi abbiamo il compito di ridurre l’impatto emotivo che tutto questo provoca ai bambini”, ha aggiunto Carlo Fusco, direttore della Neuropsichiatria infantile del Santa Maria Nuova.

Articolo di Manuela Catellani su www.reggionline.com