La persona non deve mai interrompere arbitrariamente il trattamento prescritto dal medico. La terapia, tuttavia, può essere sospesa, in modo graduale e sotto controllo medico, quando sia trascorso un periodo superiore ai due anni (al minimo!) con assenza delle crisi. La decisione della sospensione terapeutica va sempre presa con il medico, poiché esistono delle variabili in merito dipendenti dal tipo di epilessia.